Hermans Consort

Il gruppo si è costituito nel 2002 come ensemble cameristico strumentale dell'Accademia Barocca W. Hermans, associazione di cantanti e strumentisti specializzati nell'esecuzione di musica antica con strumenti storici, dedita allo studio e all'esecuzione filologica del repertorio barocco e classico.
I componenti del gruppo si sono formati nelle più importanti scuole europee di musica antica studiando con i maestri: E. Gatti, M. Gatti, L. Pontecorvo, A. Fossà, W. Van de Pol, J. Van Oortmerssen, A. Fedi e vantano molteplici esperienze professionali in Italia e all'estero (Olanda, Inghilterra, Germania, Spagna, Stati Uniti, etc.), nonché collaborazioni con vari ensemble di musica antica. Hanno inciso per Tactus, Bottega Discantica, Bongiovanni, Loft Recordings. I programmi proposti guidano l'ascoltatore attraverso alcuni percorsi tematici mirati e comprendono le più interessanti pagine strumentali dei compositori italiani del sei-settecento (Vivaldi, Vitali, Locatelli, Platti, Tesserini, Albinoni, etc.)


La Selva

E' un gruppo di formazione variabile composto da giovani musicisti che si sono specializzati nelle migliori scuole europee. Si esibisce in diverse rassegne concertistiche nell'ambito di festival internazionali fra cui i Concerti al Caminetto (Parma), i Concerti dell'Istituto Portoghese di Cultura di S. Antonio (Roma), il Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi (Orte) e presso la Alte Pinakothek di Monaco di Baviera in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura nella programmazione di concerti.
Ha inciso recentemente il primo CD sulla musica strumentale del Seicento italiano (di prossima uscita) per la Synthagma Musicum ed è attualmente impegnato nella realizzazione di nuovi repertori, in particolare sulla musica a Roma del Sei-Settecento, dedicandosi allo studio dei manoscritti conservati negli archivi romani.


Carolina Pace

Nata a Roma nel 1977. Ha iniziato giovanissima a studiare il flauto dolce con P. Luigi Meloni e già durante gli anni scolastici si esibiva regolarmente con il Complesso Flautistico Romano da lui fondato e in altre formazioni di musica antica, suonando per la prima rete televisiva RAI e per varie produzioni musicali. Dopo la maturità classica ha studiato flauto dolce a Basilea con Kathrin Bopp presso la Schola Cantorum Basiliensis, specializzandosi in musica rinascimentale e barocca e ottenendo il diploma da solista nel 2003. Ha partecipato a corsi di specializzazione di flauto dolce e musica d'insieme con Marion Verbruggen, Pedro Memelsdorff e Dan Laurin.
Ha vinto il primo premio nel concorso internazionale De Musica Antiqua, sezione musica da camera. Dal 2004 risiede di nuovo a Roma e suona in varie formazioni di musica antica con cui partecipa regolarmente a festival internazionali in Italia, Svizzera, Francia e Germania.
All'attività concertistica affianca quella didattica, insegnando flauto dolce in Svizzera, Germania e in Italia.
i.


Luciana Elizondo

Nata a Rosario (Argentina), si è diplomata in pianoforte presso il Conservatorio Rinaldi e si è perfezionata presso la Scuola di Musica dell'Università Nazionale della sua città. Dal 1999 si dedica alla musica antica, in particolare alla viola da gamba, sotto la guida di Cristian Hernandez Largia presso il Conjunto Pro Musica Antiqua di Rosario.
Successivamente partecipa a numerose master classes tenute da Manfredo Kraemer, Wieland Kuijken, Adrian van der Spoel, Gabriel Garrido, Jean Claude Malgoire, Dolores Costoyas, Miguel de Olaso, Gabriel Persico e Jordi Savall. Segue inoltre le lezioni di viola da gamba di Juan Manuel Quintana, Ricardo Massun, Fahmi Alqhai.
Ha collaborato con vari gruppi, tra cui La Venexiana, Elyma, Estro Cromatico, Ancienne Musique, Victoria Consort, Consort di Viole da Gamba di Rosario, con i quali ha registrato numerosi CD e si è esibita in alcuni dei maggiori teatri argentini, tra cui il teatro Colon di Buenos Aires.
E' membro fondatore dell' Ensemble La Cecchina con cui ha svolto un'intensa attività concertistica in Argentina. Dal 2005 si sta perfezionando nello studio della viola da gamba presso l' Accademia Internazionale di Musica Antica di Milano sotto la guida di Rodney Prada.


Roberto De Santis

E' nato a Roma nel 1969. Inizia gli studi di violino con Claudio Buccarella e si diploma nel 1997 sotto la guida di Grazia Serradimigni. Contemporaneamente agli studi di Musicologia presso la Facoltà di Cremona, si iscrive al corso di Viola da gamba del Conservatorio di Latina, tenuto da Paolo Pandolfo, nella cui classe sta tuttora studiando. Ha seguito diversi corsi di interpretazione, dapprima come violinista e poi come gambista, tra cui quello tenuto da Eugene Sarbu per la Fondazione Arturo Toscanini di Parma ed altri nel ramo della musica antica come quello di Christoph Timpe, il corso di Ambronay tenuto da Andrea De Carlo e Gabriel Garrido, il corso di Foligno.
Ha suonato come violinista in diverse formazioni, tra cui l'Orchestra da Camera di Cremona, l' Orchestra Sinfonica della Fondazione Arturo Toscanini e come gambista in svariate formazioni tra cui l'Ensemble Alymos e il Circolo delle Quinte Vuote.
Con quest'ultimo ha recentemente partecipato all'allestimento di spettacoli teatrali (Il Moro di Venezia, Gli Amanti di Verona) la cui parte teatrale era curata da Fabio Cocifoglia ed Emanuela Mandracchia.


Michele Carreca

Specializzato nel repertorio rinascimentale per liuto, negli ultimi anni ha anche svolto una intensa attività come continuista in formazioni orchestrali di livello internazionale.
Nato a Foggia nel 1974, ha iniziato giovanissimo con la chitarra classica, studiando con Stefano Mileto e Alessandro Daco. Interessato tra l'altro alla musica popolare e a quella d'autore, ha collaborato con vari artisti italiani, finché ha deciso di dedicarsi esclusivamente al liuto e alla musica antica. Ha studiato nei Conservatori di Bari con Terrel Stone, di Parma con Marco Pesci, nei Corsi Internazionali di Musica Antica di Urbino e si è diplomato presso il Conservatorio S. Cecilia in Roma, sotto la guida di Andrea Damiani. Ha frequentato inoltre corsi e seminari di Paul O'Dette e Hopkinson Smith, il quale in particolare lo ha sostenuto artisticamente negli anni del diploma.
Ha partecipato a vari concorsi, vincendo il primo premio per la sezione cameristica al Concorso Internazionale De Musica Antiqua. La sua attività tocca importanti festival internazionali europei, in ambito d'orchestra e di produzioni operistiche. Ha suonato in vari teatri italiani e tedeschi, diretto tra gli altri da J. E. Gardiner, Andrea Marcon e Paolo Carignani.
Ha tenuto lezioni-concerto sulla musica strumentale e collabora con diverse istituzioni culturali per la realizzazione di concerti in Italia e all´estero.


Enrico Zanovello

Vicentino, conseguito il diploma d'organo e clavicembalo con Stefano Innocenti e Andrea Marcon, ha seguito gli studi universitari nella facoltà di Lettere e Filosofia nell'Ateneo di Padova. Come solista all'organo e al cembalo e in varie formazioni strumentali, svolge un'intensa attività concertistica in tutta Europa, Stati Uniti (Washington Cathedral), America Latina, Egitto. Vincitore del concorso nazionale per titoli ed esami di Organo complementare e Canto Gregoriano. E' docente al Conservatorio di Vicenza e tiene i corsi straordinari di clavicembalo ed organo all'Istituto Diocesano di Musica Sacra di Brescia. Fa parte di giurie di concorsi organistici e dal 1990 è direttore e clavicembalista del complesso d'archi Archicembalo Ensemble, con il quale partecipa ad importanti festival e rassegne di musica antica in campo nazionale e internazionale (Oratorio del Gonfalone Roma, Festival Internazionale di Musica Antica di Martinengo, Festival di Musica Antica per gli Amici della Musica di Padova, Concerti del Teatro Olimpico di Vicenza, Festival nella Cappella Reale del Castello di Federico II a Illerød in Danimarca, Festival di Vaison la Romaine in Francia, ecc.) Propone programmi inediti di autori veneti e allestisce opere come la Pantomima di Mozart, Pantalone e Colombina presentate nel 1997 in prima assoluta all'Operahause del Cairo.
Nel 2002 è stato conferito al suo CD - Organi storici del vicentino - il premio Coup de Coeur dalla rivista belga Magazine de l'Orgue e il giudizio eccezionale dalla rivista Musica.
Ha inciso vari CD fra cui in prima esecuzione assoluta (per La Bottega Discantica di Milano) i concerti di Giuseppe Sammartini per organo e orchestra e le sonate per clavicembalo/organo e violino di G. B. Grazioli con il violinista Enrico Casazza. Ha curato la pubblicazione di musica italiana del settecento e ha inciso per la case discografiche Ricordi , Discantica e Tactus.
X


Concezio Panone

Titolare del grande organo Karl Schuke del Santuario della Madonna del Divino Amore, Organista e Maestro del Coro della Chiesa Svedese in Roma, Professore d'Organo e Composizione organistica al Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone, membro dell'Istituto dell'Organo Storico Italiano.
Ha tenuto concerti per conto di prestigiose istituzioni (Berliner Philarmoniker, Accademia Nazionale di S. Cecilia, Teatro dell'Opera di Roma, Settembremusica di Torino, Palacio Euskalduna Jauregia de Bilbao, University of Daegu-Korea), collaborando, quale Organo Solista con Carlo Maria Giulini, Georges Prêtre, Myung-Whun Chung, Vladimir Spivakov, Domenico Bartolucci, Norbert Balatsch, Martino Faggiani, Filippo Maria Bressan, Domenico Cieri.
A Roma, per l'Associazione Musicale La Stravaganza, ha eseguito più volte le integrali organistiche di Johann Sebastian Bach e di Johannes Brahms.
Progettista di nuovi organi, è sovente invitato ad eseguire concerti d'inaugurazione e collaudi (Presidente della Commissione di Collaudo del Grande Organo della Nuova Aula Liturgica del Santuario di S. Pio da Pietrelcina). Il 1° maggio 2006 ha eseguito proprie composizioni alla presenza di Papa Benedetto XVI, in occasione della visita del pontefice al nuovo Santuario del Divino Amore. Ha inciso per la RAI e Primrose Music (Londra), Optimes, Fonè, Stradivarius, Paoline e Divino Amore.


Domenico Agostini

Diplomatosi in tromba al Conservatorio S. Cecilia di Roma, intraprende giovanissimo un'intensa attività concertistica che lo porta ad esibirsi in Italia e all'estero (Sala Sinopoli dell'Auditorium Parco della Musica-Roma, Festival Internazionale della Pace di Assisi, Festival Euromediterraneo, Festival Barocco di Viterbo, Luzern-Festival, Tournées in Germania, Francia e Stati Uniti), suonando in formazioni cameristiche, in duo con organo o pianoforte e come solista con orchestra. Ha collaborato con le orchestre dell'Accademia Nazionale di S. Cecilia, del Teatro Comunale di Bologna e con la Sinfonica di Roma.
Nel Giubileo del 2000 ha suonato in Mondovisione all'apertura e alla chiusura della Porta Santa, collaborando con la Cappella Musicale Pontificia Sistina e realizzando un CD contenente musiche Sacre e un brano per ottoni, organo e tromba solista.
Nell'ottobre 2004, alla presenza del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, ha eseguito un concerto con la tromba naturale - ripreso dalle reti RAI - in occasione dell'inaugurazione del restaurato organo idraulico al Quirinale. Ha inciso per la Kelidon e la Bongiovanni.


Giovannimaria Perrucci

Ha compiuto gli studi di Organo e Composizione organistica e di Clavicembalo presso il Conservatorio di Musica Gioacchino Rossini di Pesaro. Più volte vincitore di borse di studio, ha partecipato a Seminari in Italia, Francia, Austria e Liechetstein sul repertorio organistico europeo. Si è in seguito perfezionato nella classe d'Organo di Xavier Darasse presso il Conservatoire National Superiéur di Lione ed in quella di Clavicembalo di Jan Willem Jansen presso il Conservatoire National di Toulouse.
Svolge attività concertistica in tutta Europa, sia come solista che in collaborazione con importanti ensemble (Capilla Flamenca e Terra d'Otranto), prendendo parte ad importanti Festival europei.
Ha effettuato registrazioni radiofoniche per la RAI, Radio Montebeni e per la Hessischer Rundfunk, Frankfurt; incisioni discografiche per la Discantica di Milano, la Bongiovanni di Bologna e la Opera 3 di Madrid.
Socio fondatore dell'Associazione Marchigiana Organistica e dell'Istituto Marchigiano di Studi Organari, si occupa della salvaguardia, dello studio e del restauro degli organi storici. Ha coordinato la prima fase dell'Inventario degli Strumenti storici della Regione Marche, promosso e finanziato dal Centro Beni Culturali della Regione Marche. In qualità di esperto, ha inoltre seguito numerosi interventi di restauro di organi storici nell'ambito della propria Diocesi, in Italia ed all'Estero.
Autore di numerosi testi, ha realizzato il Regesto degli organi storici della Diocesi di Recanati e Macerata e di quella di Fano, Fossombrone, Cagli e Pergola (in Studia Picena, Ancona 1997/2003). Di prossima pubblicazione è un volume sul restauro dell'organo della Basilica di San Paterniano in Fano per l'Istituto dell'Organo Storico Italiano. E' ideatore e coordinatore del progetto Hydraulis, storia organaria dell'Adriatico tra le sponde del mare, che accomuna alcune regioni italiane oltre a Slovenia, Croazia, Montenegro, Albania e Grecia.
Docente presso l'Istituto Musicale pareggiato G. B. Pergolesi di Ancona, è organista della Basilica di San Paterniano in Fano e direttore artistico del festival Castelli d'Aria, itinerari organistici della Provincia di Pesaro e Urbino.


Michael Harris

Ha ricevuto la sua prima educazione musicale come corista della Cattedrale di Gloucester. Ha poi studiato al St Peter's College di Oxford e al Royal College of Music.
Dal 1996 è Organista titolare e Maestro di Cappella nella Cattedrale di St. Giles ad Edimburgo ed è insegnante alla Tomlin School of Music in Napier University di Edimburgo. È stato in precedenza Organista alla Parish Church di Leeds e Assistente Organista della Cattedrale di Canterbury.
Come Organista della Cattedrale di St Giles ha dato numerosi concerti sul famoso organo Rieger del 1992 ed ha effettuato registrazioni per radio e televisioni di diversi Paesi. Sotto la sua direzione il Coro della Cattedrale si è esibito negli USA, in Grecia e recentemente in una serie di concerti nel sud della Francia.
Le sue registrazioni discografiche spaziano dalle solistiche The Organ at St Giles' a quelle come direttore del Coro della Cattedrale, compreso un CD dedicato al primo tour negli USA del 2004.
Come organista ha dato concerti nei maggiori Festival e Cattedrali della Germania, Belgio, Italia, Polonia, USA e Gran Bretagna. Dal 1998 è Direttore Musicale dello Scottish Chamber Choir. Come docente tiene numerose lezioni e corsi di perfezionamento, sia in organo che in direzione di coro, fra i quali quelle tenute in Germania sui famosissimi organi della Sassonia. È Direttore dell' Accademia d'Organo di Edimburgo.


La Cappella Musicale Costantina

E' un insieme strumentale che, seppur di recente formazione, vanta diversi solisti, un'orchestra d'archi ed un coro polifonico.
Recentemente ha prodotto due CD (un singolo su Schubert e un doppio su Vivaldi) e, dalla sua fondazione, si è perfezionata nell'opera omnia di Vivaldi per coro ed orchestra, nei Vespri de Confessore e nei Mottetti di Mozart, nella Messa in sol di Schubert e nello Stabat Mater, partecipando frequentemente a rassegne di rilievo come La Grande Musica in Chiesa e ai più prestigiosi festival nazionali e internazionali.
Il Coro Polifonico possiede voci pregevoli che prestano i soli nelle opere sacre di rilievo, mentre l'orchestra dispone di elementi di valore che hanno valorizzato l' insieme musicale donando caratteri virtuosistici di ottimo livello.


Paolo De Matthaeis, direttore

E' organista titolare della basilica romana di S. Agnese Fuori le Mura e annesso Mausoleo di S. Costanza. Completati gli studi di pianoforte, ha intrapreso l'attività organistica sotto la direzione di maestri insigni come P. Theo Flury a Lucerna, Giuseppe Agostini a Roma, Wijnand Van de Pol a Perugia, frequentando nel contempo i corsi di clavicembalo tenuti da Annalisa Martella. Ha partecipato inoltre alle master classes di D. Titterington, M. Radulescu, G. Gnann sulla prassi esecutiva, maturando negli anni una grande esperienza nel repertorio rinascimentale e barocco con l'orchestra Ars Musica diretta da Marco Lenzi e con l'ensemble Labirinto Armonico di cui è fondatore.
Come direttore di coro, è stato maestro preparatore del coro universitario romano Franco Maria Saraceni e attualmente, con la Cappella Musicale Costantina partecipa a numerose rassegne corali internazionali.
Come organista, oltre alla collaborazione con il Comitato Romano della Messa degli Artisti, si è esibito nelle più prestigiose basiliche romane ed ha tenuto concerti in numerosi festival internazionali (Galles, Egitto, Inghilterra, Ucraina, Colombia).


Ensemble Classica

E' un progetto musicale articolato su un gruppo agile di strumentisti dotato di un vastissimo repertorio, che presta particolare attenzione alla musica italiana dal periodo barocco ai nostri giorni, eseguita con rigore interpretativo ma soprattutto con la necessaria fantasia mediterranea.
I musicisti di E. C. provengono da prestigiose esperienze artistiche nei maggiori teatri d'opera italiani: da ricordare le collaborazioni con il Teatro alla Scala di Milano ed il Teatro dell'Opera di Roma: vincitori di importanti concorsi di esecuzione strumentale, tra cui il premio "S. Mayr", il Concorso Internazionale della Radio Svizzera Italiana ed il Concorso "G. B. Ansaldi".

Direttore musicale:
Romano Pucci: da molti anni primo flauto della prestigiosa Orchestra Filarmonica e del Teatro alla Scala di Milano e docente presso l'Accademia della Scala. Compositori, critici musicali e illustri colleghi parlano di lui come di "un flauto magico" e lo definiscono "interprete esemplare"; ha tenuto concerti e realizzato opere e balletti nei più importanti teatri del mondo, collaborando con i migliori solisti e direttori d'orchestra di ogni paese.

Coordinatore e responsabile degli arrangiamenti:
Fabio Spruzzola: attivo nel campo della musica da camera da oltre vent'anni, è stato collaboratore musicale del Piccolo Teatro di Milano, del Teatro dell'Opera di Genova e del Teatro alla Scala di Milano per l'allestimento di spettacoli con musiche di Mozart e Castelnuovo Tedesco ed opere di Rossini, Donizetti e Verdi. Docente di chitarra presso il Conservatorio di Udine, ha insegnato al Conservatorio di Milano e tenuto corsi di perfezionamento presso l'Accademia Hipponiana di Reggio Calabria e l'Agimus di Viterbo.

Polistrumentista:
Ivano Brambilla: ha iniziato giovanissimo la carriera concertistica suonando come solista nella sala Verdi del Conservatorio di Milano con l'Orchestra dei Pomeriggi Musicali, ha partecipato a manifestazioni di grande prestigio presso la Texas Tech University e la Columbus University USA e ha tenuto concerti durante il Festival di Pechino ed il Festival di Ostenda.

ENSEMBLE CLASSICA negli ultimi anni ha portato l'affascinante voce dei suoi diversi strumenti: archi, fiati, pianoforte o clavicembalo, percussioni, chitarra e l'insolito mandolino, in ogni parte d'Italia e del mondo, dall'Europa all'Estremo Oriente e negli Stati Uniti.
Particolare rilievo hanno avuto le tournées degli anni 2000 e 2001 nell'America centrale e nelle isole dei Caraibi, la prima della quali patrocinata dalla nota rivista musicale Amadeus, ed i concerti di musica barocca tenuti in tutta Italia nel 2004, che ha visto il gruppo protagonista anche sul palcoscenico del prestigioso Festival Barocco Internazionale di Viterbo. Da ricordare inoltre che è stato l'unico ensemble cui il Ministero per i Beni Culturali ha concesso l'onore di tenere un concerto nella sala dove sono custoditi i Bronzi di Riace, presso il Museo Nazionale di Reggio Calabria L'unanime consenso di critica e pubblico é dovuto a qualità interpretative quali chiarezza ed eleganza dell'esposizione musicale, unita ad una tecnica brillante e mai fine e se stessa, ma anche a programmi pensati per divertire l'uditorio ed i primi a divertirsi sono gli stessi esecutori che amano presentare le frasi musicali con ironia e simpatia, consapevoli del fatto che al di là della perizia strumentale è indispensabile comunicare al pubblico sensazioni di serenità e piacevolezza.

CD:
- "ENSEMBLE CLASSICA LIVE" (DUPS 030)
- "INTORNO AL MEDITERRANEO" (KIT 001)
- "VIAGGIO NELLE AMERICHE" (KIT 002)
- "FROM THE OPERA" (DUPS 001)